Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

RITRATTI FANTINI

Fante Luigi Fantini in una lettera, inviata in data 12 giugno 1926, al Presidente della esposizione che si celebrava a Modigliana nel centenario della nascita di Silvestro Lega, scriveva “come amico del fu povero Silvestro Lega, desidero io pure concorrere alle onoranze che a lui si rendono esponendo i di lui dipinti nel settembre prossimo e cioè esporre tre ritratti di famiglia da lui dipinti, che possiedo e la signoria vostra mi dirà quando li debbo inviare”. Da ciò si trae la certezza che il pittore modiglianese aveva dipinto dei ritratti per la famiglia Fantini. Che il Sig. Fante, nato nel 1852, sia stato testimone dell’esecuzione dei ritratti, davvero non è possibile perchè gli elementi stilistici ci parlano di anni in cui il signore tredoziese era molto piccolo se non appena nato. Inoltre, data la differenza di età fra lui ed il pittore (26 anni) è da ritenersi che l’amicizia, al tempo dei ritratti, fosse fra Sebastiano, il padre di Fante, e Silvestro Lega mentre l’amicizia, fra Fante ed il più anziano artista, può essere iniziata dopo gli anni ’70 e durata per tutta la vita di Silvestro che amava molto frequentare i giovani. Le opere, a cui fa riferimento Fante Luigi sono tre: il ritratto di Maria Paola Bandini Fantini, quello di Cesare Bandini Fantini e quello di Maria Francesca Fantini in religione Suor Teresa Fedele. Quest’ultima però era nata nel 1808 ed il viso dell’effigiata appare molto giovane, pertanto il pittore non può essere Silvestro Lega. È piuttosto improbabile che Fante Fantini, a trent’anni di distanza dalla morte dell’amico pittore, abbia potuto compiere un errore riguardo al numero dei quadri; pare invece possibile che la suora raffigurata sia un’altra. L’età dei personaggi rappresentati negli altri due ritratti invece non esclude l’esecuzione intorno al 1850, datazione sostenuta da uno stile riconducibile a quegli anni.

Silvestro Lega (1855?) - Olio su tela cm. 26x32 - Collezione privataBandiniCesare

Cesare Bandini Fantini era il cognato di Sebastiano Fantini e quindi zio di Fante Luigi. Era nato nel 1817 e, se il dipinto fosse stato eseguito all’inizio degli anni ’50, avrebbe avuto meno di 40 anni ed il ritratto non smentisce questa età. Gli occhi, che guardano altrove rispetto a chi osserva, danno mobilità ad un volto piuttosto inespressivo. Particolare attenzione è dedicata alla elegante camicia con bavero e fiocco importanti, che occupa un ampio spazio e connota lo status sociale.

Dove e Quando

MODIGLIANA (FC)

Sala P. Alpi (Ex Chiesa di S. Rocco) Piazza Pinerolo

dal 14 MAGGIO al 17 SETTEMBRE 2017

Orari

Domenica dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Giorni feriali su appuntamento :

Tel. 0546.949515

Sponsored by

Logo persfondobianco
Hosting, web design and administration