Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. 
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Silvestro Lega (1859) - Olio su cartone cm. 26x36 - Pinacoteca Civica “S. Lega” - Modigliana (Fc)Giovane

Sul retro di questo quadro c’è una dedica del gennaio 1859 a Don Giovanni Verità, per cui si era pensato che raffigurasse un giovane prete. Non può trattarsi però del sacerdote patriota che, nel 1859, aveva 52 anni; tuttavia, essendo stato donato con dedica al prete modiglianese (a cui il pittore era legato quasi quanto ad un padre), l’effigiato deve essere un personaggio in qualche modo riconducibile alla cerchia dei giovani pupilli di Don Verità. Se si tiene poi conto di una certa somiglianza con i fratelli di Lega, Ettore e Dante, si potrebbe ipotizzare che si tratti di Don Pietro (che nel 1859 aveva 38 anni), di Don Scipione (che ne aveva 37) o di Carlo (tutti e tre fratelli di Silvestro). Don Pietro e Don Scipione erano molto vicini a Don Giovanni e ne condividevano l’deologia mazziniana, tant’è che avevano dovuto lasciare Modigliana per la Sicilia perché sospettati di essere dei sovversivi. Appare però più convincente l’ipotesi che l’effigiato sia Carlo Lega, più giovane di Silvestro di 4 anni, medico, morto a Palermo nel 1855 presso i fratelli sacerdoti, dopo essersi contagiato durante l’epidemia di colera, scoppiata a Modigliana; infatti, dopo essersi laureato a Pisa, il giovane era stato inviato dal Governo Toscano in Romagna per organizzare i lazzaretti. Questa identificazione spiegherebbe il dono a Don Giovanni, a cui sicura- mente Carlo era caro quanto Silvestro. Inoltre la sagoma scura, che emerge da un paesaggio romanticheggiante, sembra quella di un fantasma, il tabarro richiama anche l’abbigliamento di un medico e l’età del giovane uomo appare più sotto i trent’anni che vicina ai quaranta.

Dove e Quando

MODIGLIANA (FC)

Sala P. Alpi (Ex Chiesa di S. Rocco) Piazza Pinerolo

dal 14 MAGGIO al 17 SETTEMBRE 2017

Orari

Domenica dalle ore 15.00 alle ore 18.00

Giorni feriali su appuntamento :

Tel. 0546.949515

Sponsored by

Logo persfondobianco
Hosting, web design and administration